Quando è un bambino troppo vecchio per dormire nel letto del genitore?

Co-sleeping, noto anche come condivisione di letti, è un argomento controverso negli Stati Uniti. Permettendo ad un bambino di condividere il letto genitoriale può essere fatto in gran parte per comodità. Tuttavia, secondo MayoClinic.Com e l’American Academy of Pediatrics, il vostro bambino è già troppo vecchio per dormire nel letto di un genitore il giorno in cui lo porti a casa dall’ospedale.

Motivi

Secondo la Fondazione Nemours, i genitori ei professionisti a sostegno del co-sleeping lo faranno perché rendono più facile l’allattamento al seno, permettendo ad una madre infermiera e al suo bambino di cadere nello stesso piano di sonno. Il sonno può anche aiutare i piccoli bambini a addormentarsi più facilmente durante i loro primi mesi, così come aiutarli a ottenere più sonno durante la notte. Infine, alcuni genitori portano i loro bambini a letto semplicemente per godere del legame parent-child e sviluppare una sensazione di vicinanza.

pericoli

MayoClinic.Com, l’AAP e la Commissione per la sicurezza dei consumatori degli Stati Uniti scoraggiano la pratica di dormire con il tuo bambino, dicendo che costituisce un rischio per la sicurezza. La Fondazione Nemours cita i dati CPSC che indicano che 515 bambini sotto i 2 anni hanno perso il sonno nei letti adulti dal 1990 al 1997, la maggior parte dei quali ha coinvolto bambini di età inferiore ai 3 mesi. Centoventunna di queste morti sono state causate quando un genitore, un caregiver o un fratello si rotolò sul neonato durante il sonno. Lasciare che il tuo bambino dormi nel tuo letto con voi può aumentare il suo rischio di sindrome di morte improvvisa, o SIDS, dice MayoClinic.Com. Inoltre, l’AAP sottolinea che incoraggiare il bambino a imparare a dormire da solo, nel proprio presepe, è fondamentale per abitudini sane di sonno che portano nei suoi anni di età e oltre.

Indipendenza

Se lasciate che il tuo neonato condivida il tuo letto, lo metta nel suo presepe di sei mesi prima che abbia il tempo di coccolare un’abitudine e le questioni dello sviluppo, come l’ansia di separazione diventano problematiche, consiglia la Fondazione Nemours. Secondo la National Sleep Foundation, i figli sicuri tra i 3 ei 11 mesi possono avere meno problemi di sonno, ma possono cominciare a soffrire di ansia di separazione a 6 mesi. Questi bambini hanno più probabilità di gridare nel bel mezzo della notte. Il NSF suggerisce di stabilire un programma di giorno e di notte coerente e un ambiente di sonno per il tuo bambino. Metterlo a letto quando sta per abbandonare – non quando è addormentato. Questo lo aiuta a diventare un “soother di sé” che può addormentarsi indipendentemente.

Relazioni sane

Nel marzo 2007, il New York Times ha pubblicato un articolo del giornalista Penelope Green che ha evidenziato le difficoltà che i genitori incontrano quando i minori di 11 anni si rifiutano di dormire nelle proprie stanze. Green scrive che il movimento co-sleeping è stato un vantaggio per i consulenti di sonno-sonno le cui pratiche sono più affollate che mai in quanto si espandono per curare genitori e figli più grandi. Il consigliere Janice G. Tracht di Hermosa Beach, in California, sottolinea il mantenimento di un legame genitore-figlio positivo, pur mantenendo una sana separazione tra le generazioni che consente ai genitori di mantenere un rapporto intimo e adulto – e questo include la riservatezza dei letti matrimoniali a quelli privati i vostri bambini. “Quando questi confini sono sfocati o incrociati (da co-dormire), la relazione coniugale soffre”, afferma Tracht. Dice che i bambini più grandi che condividono un letto con un genitore opposto-sesso possono essere “confusi con l’identità sessuale in atto di sviluppo di quel bambino”.

Interrompere un’abitudine

Se il tuo bambino più anziano vuole dormire nel tuo letto, Tracht suggerisce di riportarla nella sua stanza. Confortela facendogli entrare. Sdraiatevi sul letto accanto al bambino e assicurandola che non sarai andato finché non si addormenta. Dopo che lei si addormenta, torni al tuo letto. Utilizza questa routine finché hai bisogno di rompere l’abitudine di dormire, dice Tracht. Alla fine, “Il tuo bambino imparerà che la sua stanza è il suo posto speciale e sicuro in entrambe le famiglie”, dice.