Perché la pressione sanguigna scende dopo un pasto?

Mangiare è un momento piacevole per la maggior parte, specialmente quando i piatti preferiti sono nel menu. Se si dispone di ipotensione postprandiale, tuttavia, il tempo di pasto può causare un calo della pressione sanguigna, causando sensazioni di vertigini o di testa leggera. Sebbene non sia disponibile un trattamento definitivo, alcuni cambiamenti nello stile di vita possono migliorare questa condizione.

Ipotensione postprandiale

Durante la digestione, una grande quantità di sangue scorre verso il tratto digestivo. Per contribuire a mantenere una pressione sanguigna normale, aumenta la frequenza cardiaca e alcuni vasi sanguigni si restringono. Se questi processi non si verificano, la pressione sanguigna scende dopo aver mangiato, spiega MayoClinic.com. Questo è noto come ipotensione postprandiale, una forma di ipotensione ortostatica.

Chi è a rischio

L’ipotensione postprandiale tende a colpire gli adulti più anziani; gli organi più anziani non sono in grado di gestire i cambiamenti nella pressione sanguigna e nei corpi più giovani. Harvard Medical School aggiunge che i cambiamenti legati all’età rendono difficile rispondere ai cambiamenti acuti della pressione sanguigna. Il processo di digestione richiede il coordinamento dei sistemi circolatori, nervosi e digestivi. Pertanto, le persone con disturbi del sistema nervoso come la malattia di Parkinson, disturbi endocrini come il diabete e problemi circolatori quali l’embolia polmonare – un blocco nell’arteria dei polmoni – sono tutti a rischio di ipotensione postprandiale.

I farmaci e l’ipotensione postprandiale

Alcuni farmaci possono aumentare il rischio di ipotensione postprandiale, secondo il National Heart Lung and Blood Institute. Questi includono farmaci per la pressione sanguigna come diuretici, bloccanti del canale di calcio, nitrati e beta-bloccanti. Questi farmaci possono abbassare troppo la pressione sanguigna se il dosaggio non è corretto. Altre sostanze come l’alcool, i farmaci anti-contro e alcuni farmaci da prescrizione possono reagire negativamente con i farmaci ad alta pressione sanguigna, con conseguente goccia improvvisa di pressione sanguigna dopo aver mangiato.

Sintomi

I sintomi più comuni dell’ipotensione postprandiale sono la vertigini e la sensibilità. Questi possono causare cadute, altre debole. Potresti anche provare dolore toracico, nausea o problemi con la tua visione.

Non esiste un trattamento definitivo per l’ipotensione postprandiale, ma può contribuire a determinati cambiamenti nello stile di vita, secondo la Harvard Medical School. Bere 12 a 18 once. Di acqua 15 minuti prima di ogni pasto può aiutare a prevenire un tuffo nella pressione sanguigna. Scegli i grani interi, i fagioli e le proteine ​​al posto di pane bianco, riso bianco e patate. Ci vogliono più tempo per digerire e aiutare a mantenere elevata la pressione sanguigna dopo aver mangiato. Rimanere seduti tra 30 e 60 minuti dopo ogni pasto. Questa è la quantità di tempo necessario per la pressione sanguigna di raggiungere il fondo della roccia dopo aver mangiato. Rimanere ancora in questo periodo è una tecnica di coping che potresti trovare utile.

Trattamento