L’alimentazione del tubo e la diarrea

La diarrea è la complicanza gastrointestinale più comunemente riportata nell’alimentazione del tubo, riferisce l’American Dietetic Association. Ci sono molte cause possibili di diarrea quando si è sull’alimentazione del tubo, e una serie di soluzioni potenziali. La scelta della giusta soluzione per la giusta causa può significare la differenza tra la risoluzione della diarrea e il peggioramento dei sintomi.

La società americana per l’alimentazione parenterale e enterale descrive l’alimentazione enterale, o l’alimentazione di tubi, come cibo liquido somministrato attraverso un tubo nello stomaco o nell’intestino. Nel 1995 Medicare ei suoi beneficiari hanno speso 660 milioni di dollari sui prodotti nutrizionali enterali. La diarrea è definita come più di tre grandi, sgabelli acquosi al giorno, dice MedlinePlus. Si può anche sperimentare crampi addominali, gonfiori e una sensazione di urgenza.

I farmaci che possono causare diarrea includono antibiotici, formulazioni liquide in una base di sorbitolo, antiacidi contenenti magnesio e integratori di potassio e fosforo, afferma la Fondazione Oley. Molti farmaci in forma liquida hanno un’elevata osmolalità, o un numero di particelle che contribuiscono a sgabelli sciolti. La contaminazione causata da manipolazione e immagazzinamento improprio di formula e di attrezzature può anche indurre una diarrea, avvisa la Fondazione Oley. Allo stesso modo, le infezioni gastrointestinali o la sovra colonizzazione dei batteri possono irritare l’intestino e portare a sgabelli acquosi.

Chieda al medico o al farmacista se una delle prescrizioni che si sta assumendo potrebbe contribuire alla diarrea. Semplicemente cambiando la forma in cui il tuo farmaco viene in grado di risolvere sgabelli sciolti. Per prevenire la contaminazione, la Fondazione Oley raccomanda di utilizzare una buona tecnica di lavaggio a mano, lavare tutte le apparecchiature con acqua calda e controllare le date di scadenza delle formule. Utilizzare un sacco per non più di 48 ore e appendere la formula per non più di otto a 12 ore. Se la diarrea si sviluppa dopo un corso di antibiotici, controllare con il proprio medico prima di assumere farmaci antidiarrheali che potrebbero renderli più malati se si dispone di un’infezione da C. difficile o E. coli, avvisa il Manuale di Merck.

Se la diarrea è grave o prolungata, si può verificare la disidratazione o la perdita di elettroliti. Diminuire il tasso di alimentazione del tubo fino a migliorare la diarrea. Fermarsi completamente può contribuire alla disidratazione e alla perdita di elettroliti. La Fondazione Oley consiglia di contattare il medico se la diarrea aumenta notevolmente o dura più di 24 ore. Chiamare il medico se c’è sangue nel tuo sgabello o se si verificano dolori addominali.

La Fondazione Oley raccomanda l’aggiunta di fibre al regime quotidiano di alimentazione del tubo o la commutazione di una formula contenente fibre, per contribuire a rendere più formate le feci. Considerate l’uso di probiotici – il Centro Nazionale per la Medicina Complementare e Alternativa riconosce questi batteri utili come efficaci nel trattamento della diarrea. Le formule di alimentazione standard del tubo sono generalmente isotoniche, prive di lattosio, basse di grassi e ben tollerate, afferma il Curriculum di sostegno del nutrimento A.S.P.E.N. Cambiare la tua formula a una specializzazione, basata su peptidi o elementali è costosa e di solito non è garantita fino a quando non vengono esauriti altri metodi.

I fatti

Cause possibili

Soluzioni e prevenzione

Azione immediata

Altre considerazioni