La migliore impostazione dell’idratazione a metà ferro da stiro

Completare un triathlon Half Ironman è un risultato enorme. Richiede una formazione intensiva e una preparazione, una cosa da considerare prima di impegnarsi in un simile evento. Il Half Ironman copre 70,3 miglia totali, composto da una nuotata di 1,2 miglia, una corsa in bicicletta di 56 miglia e una corsa di 13,1 miglia. La resistenza, la perseveranza, la frustrazione, ma la dedizione, svolgono un ruolo fondamentale per assicurare il raggiungimento degli obiettivi di completamento. Altrettanto importante in quanto questi aspetti sono alla concorrenza, così anche la corretta nutrizione e l’idratazione. Un corpo ben nutrito ti permette di percorrere la distanza e la migliore impostazione dell’idratazione richiede anche una tecnica di allenamento.

Importanza dell’idratazione

Il mezzo Ironman spinge il corpo umano al massimo. Ogni gruppo muscolare si impegna durante ogni esercizio ripetitivo, ma si affronta anche l’inevitabile sfida di esaurire il carburante. Secondo uno studio del 2000 pubblicato nel “Journal of Clinical Journal of Sports Medicine”, i triatleti di ultradinzione possono riscontrare uno squilibrio di ritenzione idrica e elettrolitica durante gli eventi di resistenza, che a volte portano ad effetti negativi per la salute. In particolare, lo studio ha misurato e confermato la possibilità di ritenzione di sodio in quanto si è associata ad un aumento del gonfiore cellulare e all’iponatria acuta. La ritenzione temporanea del fluido è evitabile con un adeguato programma di idratazione, avviato settimane prima della competizione e proseguito per tutta la durata dell’evento. Uno studio del 2010 sulla “Tossicologia” spiega che i triatleti ben preparati non subiscono rischi per la salute avversi a lungo termine durante gli eventi Ironman quando si verifica una corretta alimentazione e idratazione.

Impostazione della idratazione di addestramento

I partecipanti al metà Ironman partono tipicamente settimane di formazione settimanali. Impiegare i principi fondamentali dell’idratazione all’esercizio durante il processo di allenamento. Bere molta acqua almeno un’ora prima di intraprendere l’esercizio fisico e continuare ad idratarsi durante le bici e le porzioni di corsa dell’allenamento. Se si sollevano pesi, includono altre forme di esercizio cardiovascolare o partecipano a esercizi di stretching, continuano ad idratarsi. È importante preparare il proprio corpo per il flusso costante di fluidi dentro e fuori. Come regola generale, bere almeno 12 once di pre-allenamento dell’acqua e otto once di acqua ogni 30 minuti durante gli allenamenti. Tenere presente che consumare alimenti nutrienti è anche parte del processo di idratazione perché il cibo aiuta a fornire elettroliti come il sodio, il magnesio e il calcio, che supportano il bilanciamento del fluido interno.

Pre-Race idratazione

Ore prima della gara mangia una solida colazione da 400 a 800 calorie, che include proteine ​​e carboidrati. Una buona colazione almeno tre ore prima del tempo di gara indica il corpo in nutrienti digestive in modo che il livello di zucchero nel sangue sia equilibrato. Abbinare il pasto con 8-12 once di acqua. Reidratare e rifornirsi di carboidrati immediatamente prima dell’inizio della gara. Questo ricarico rapido consente al corpo di utilizzare fluidi e carburante istantaneamente prima che abbia bisogno di rifornimento più tardi in gara.

Durante l’idratazione della corsa

La componente nuoto della corsa non è il momento dell’idratazione. Se si segue l’impostazione iniziale, il corpo avrà i fluidi necessari per ottenere attraverso quella parte del concorso. Durante le fasi di ciclismo e di marcia, però, rimanete idratati bevendo 20-30 once di acqua all’ora. Il sito Web Beginnertriathlete.com consiglia di idratare con almeno otto once di fluido ogni 30-40 minuti durante la corsa in bicicletta o in corsa, se sei un principiante del triathlon.