La fisica di lanciare un calcio

Le discussioni sul tema del lancio di un calcio sono comuni come le linee di gesso su un campo di calcio. Allenatori e giocatori parlano di una corretta presa, di un movimento a pedale e di un movimento di lancio, ma poche discussioni riguardano la fisica coinvolta. I prolifici prolifici si affidano alla fisica associata alla forma e al design di un calcio quando pianifica i lanci.

I calciatori sono stati descritti come missili in pelle gonfiati con lacci, uova e estremità a punta. La forma di un calcio è tale da consentire alla palla di essere gettata in modi che impostano il gioco a parte altri giochi di palla. La prima legge del movimento di Newton spiega che un oggetto a riposo rimane a riposo se non agito da una forza esterna. A questo proposito, il movimento di lancio di un passante diventa la forza esterna che spinge il calcio. Ma non avrebbe dovuto viaggiare se il passante tentasse di gettare il calcio con i punti della palla perpendicolare alla linea di viaggio. Oltre a lanciare il punto di palla in primo luogo, la presa e il rilascio del passante causano la palla a rotazione sul suo asse laterale e ne approfitta dell’aerodinamica della forma ellissoide della palla.

Il senso comune suggerisce che la quantità di forza differisce quando lancia brevi e lunghi passaggi. Questo non significa che un passante potrebbe non tentare di richiudere la palla tra due difensori quando il suo ricevitore sta eseguendo un pattern di passaggio corto. Ma nel complesso, è necessaria una forza minima per lanciare un passaggio da 15 yarde e più necessario per gettare un passaggio da 40 yard. Le leggi di gravità di Newton spiegano che ogni azione è accompagnata da una reazione uguale e opposta. Questo ti aiuta a capire perché la maggior parte dei passaggi corti abbia meno loft e arco di passaggi lunghi. Tipicamente, i passanti si concentrano sul ricevitore quando lanciano schemi brevi. Se guardi una replay o stai vicino a un quarterback che sta gettando un passaggio lungo, noterai che gli occhi sono concentrati su un punto in cima ad un arco percepito quando rilascia la palla. Se apertamente dichiarato o no, i passanti comprendono la fisica che si riferisce ad una reazione uguale e opposta quando lancia un calcio.

Confrontando i palloni utilizzati nei campionati giovanili con i calci professionali di regolazione, vedi che i calcio giovanili hanno una circonferenza maggiore. La ragione di questo è associata alla forza media dei giocatori a ogni livello. Una palla con una circonferenza della grattugia detiene un volume maggiore di aria e, di conseguenza, porta avanti quando viene gettato. I calci usati a livello collegiale hanno una circonferenza maggiore rispetto ai calciatori giovanili e sono leggermente inferiori ai calci professionisti. Dal momento che i passanti diventano professionisti, possono lanciare un regolamento di gioco breve o lungo senza l’ausilio di un volume di aria supplementare.

La fisica si applica a ogni aspetto del lancio del calcio, dal movimento di lancio di un passante alla distanza e all’accuratezza dei suoi passaggi. I quarterback di Hall of Fame, come Johnny Unitas e Joe Montana, hanno usato la fisica di lanciare un calcio a un vantaggio. Entrambi capirono che rilasciare la palla in un certo modo ha causato la reazione di un certo modo. È possibile realizzare la fisica coinvolta lanciando un calcio la lunghezza di una panchina da giardino e gettandola a un vicino di casa attraverso la strada. Il fisico noto Sir Isaac Newton ha formulato le leggi di gravità e di moto che si applicano ogni volta che lanci un calcio.

Aerodinamica

Passaggi brevi e lunghi

Tipi di calcio

osservazioni